Ecodesign: forme e strutture dialogano con lo spazio

Ecodesign: forme e strutture dialogano con lo spazio

800 600 LeadSpot

La sostenibilità ambientale non è un trend, ma può plasmare le tendenze: una di queste è l’Ecodesign, che si traduce nell’arredamento e fruizione degli spazi con un occhio di riguardo per l’ambiente inteso come ecosistema.

Nelle decadi precedenti il concetto di “fast” ha influenzato la nostra società creando vere e proprie culture ed industrie, come quelle del fast food e del fast fashion, ma partire dagli anni duemila abbiamo iniziato a sviluppare una nuova consapevolezza verso il nostro pianeta ed il nostro modo di “abitarlo”. È così maturato uno spirito critico, volto a preservare il bello non solo inteso come arte decodificata, ma in modo generalizzato come tutto ciò che ci circonda.

Il mondo del Design ha sviluppato una nuova etica incentrata sull’utilizzo di materiale il più possibile sostenibile per l’ambiente, come carta e cartone multistrato che oggi potete acquistare anche in un negozio Ikea: questi e altri nuovi elementi arricchiscono ogni giorno il concetto di Ecodesign.

Un nuovo design sostenibile materico, che sfrutta la superficie texturizzata della carta e ricerca nuove forme geometriche trasversali ai concetti di Arte, Design e Architettura. Tra i migliori interpreti di questa visione Molo Design, che ha sviluppato un’intera linea di elementi di arredo basata su forme armoniche, leggere e luminose e nuovamente esposta anche a Cersaie 2017.

Ecodesign, Design sostenibile a Cersaie 2017

Anche se non possiamo ancora parlare di un vero e proprio Trend, segnali in questa direzione da parte di altri designer ci portano a pensare che possa diventarlo, nell’ottica di conciliare originalità e gestione semplificata degli spazi espositivi.

Se siete in cerca di nuovi trend e soluzioni per i vostri stand e aree espositive, potete contattarci per una consulenza personalizzata.